Una ricerca dell’Università di Firenze ha scoperto che l’oleuropeina aglicone e l’idrossitirosolo possono prevenire la formazione di proteine tossiche responsabili dello sviluppo dell’Alzheimer. I polifenoli dell’olio extra vergine d’oliva sono utili anche contro l’acutizzarsi della patologia.

Il morbo di Alzheimer, è la forma più comune di demenza degenerativa con esordio in età presenile. Causa il declino progressivo delle funzioni cognitive, il deterioramento della personalità e della vita di relazione.

Oggi, grazie a una ricerca dell’Università di Firenze scopriamo che l’olio extra vergine d’oliva è il miglior alleato contro l’Alzheimer perchè in grado di prevenire la formazione delle proteine tossiche responsabili dello sviluppo della malattia.

I dati ottenuti hanno dimostrato, inoltre, che l’olio l’olio extravergine d’oliva è utile anche per contrastare l’acutizzarsi della patologia.

Per saperne di più l’approfondimento è disponibile sul sito Sanità Informazione